ALIMENTAZIONE SPORT
DIMAGRIMENTO
Le verità nascoste  a cura di Orazio Paternò
CHI SONO RAGIONI DEL SITO TUTTI GLI ARTICOLI CONTATTI

TAPING ELASTICO: FACT OR FASHION?

 

Lunghi cerotti colorati. Applicati nei punti strategici e con tensioni modulate ad hoc dall’operatore. Inventati negli anni ’70 dal chiropratico giapponese Kenzo Kase hanno più recentemente vissuto un periodo d’oro grazie alla vetrina offerta da atleti di livello. Perché il TAPING ELASTICO? Per alleviare dolori muscolari, tendinei, infiammatori, migliorare la risposta vasodilatatoria e quella linfatica. Per ristabilire gli equilibri muscolari attraverso un’azione inibitoria e il miglioramento della mobilità articolare. Per velocizzare il recupero post-allenamento/competizione. Ma anche per preparare, prevenire problemi muscolo scheletrici e defaticare nello sport. Questo ci hanno sempre detto. E accolto dagli operatori dello sport senza senso critico. Magari disinnescato dalle cosce, dai polpacci o dalle schiene di atleti di livello che affidano il trattamento dei propri guai muscolo-scheletrici alle lunghe pecette colorate. Quale migliore garanzia d’efficacia dell’elite di atleti che si fa sponsor di un rimedio letteralmente sulla propria pelle? Fasciti, tendiniti, contratture, lombalgie, stiramenti, problemi posturali hanno finalmente trovato pace nella pecetta? Senza i fastidiosi effetti collaterali dei farmaci dedicati? La letteratura medica è scettica, e lo dimostra attraverso una serie di rigorose revisioni di studi o metanalisi. Da cui emerge che l’uso terapeutico dei nastri adesivi ha, nel migliore dei casi, un effetto ancora controverso e clinicamente non significativo. Nella maggior parte dei casi non si è dimostrato più efficace di un placebo. Cioè, nulla di fatto. E non è tutto. L’ELASTOTAPING si appoggia ai principi di una delle tante medicine “alternative”, la CROMOTERAPIA che ipotizza (nulla è mai stato dimostrato, come tutto ciò che è legato al mondo delle terapie alternative) benefici clinici specifici in rapporto ai colori. Il BLU darebbe una sensazione di fresco e diminuirebbe l’edema e l’infiammazione, il ROSSO ridurrebbe le contratture muscolari e il mal di schiena, il BEIGE, invece, supporterebbe “psicologicamente”la funzione articolare e il NERO, infine, esalterebbe le potenzialità muscolari (G. Dobrilla). Doping velato…?

 

 SITOGRAFIA CON APPROFONDIMENTI:

 

 

Eur J Phys Rehabil Med. 2013 Oct;

A systematic review of the effectiveness of Kinesio Taping--fact or fashion?

Kalron A1, Bar-Sela S.

 

KT nel trattamento di patologie muscolo-scheletriche, neurologiche e linfatiche?

PROBLEMI MUSCOLOSCHELETRICI: alcune prove a sostegno di una riduzione immediata del dolore. Nessuna prova a favore di un effetto a lungo termine. Inoltre, nessuna prova di miglioramento a lungo termine nella forza o nell’escursione articolare

PROBLEMI NEUROLOGICI: nessuna prova

PROBLEMI LINFATICI: prove inconcludenti

Si incoraggiano ulteriori ricerche

 

Eur J Phys Rehabil Med. 2014 Jul 1.

Comment on "A systematic review of the effectiveness of Kinesio Taping - fact or fashion?" by Kalron A. and Bar-Sela S. Eur J Phys Rehabil Med 2013; 49(5):699-709.

 

Una metanalisi degli studi già sottoposti a review ha confermato le conclusioni di quest’ultima e che i dati sull’efficacia del kinesio-taping sono ancora insufficienti e che servono ulteriori ricerche per approdare a conclusioni certe.

 

 

J Sport Rehabil. 2014 Jun 23.

Kinesio Taping and Jump Performance in Female Elite Track and Field Athletes.

Schiffer T1, Möllinger A, Sperlich B, Memmert D.

 

Nessun beneficio nella performance del salto in atlete donne d’elite sane.

 

 

Sports Med. 2012 Feb

Kinesio taping in treatment and prevention of sports injuries: a meta-analysis of the evidence for its effectiveness.

Williams S1, Whatman C, Hume PA, Sheerin K.

 

Kinesio-taping nella prevenzione e nel trattamento degli infortuni sportivi? Questa metanalisi depone tiepidamente a favore del KT rispetto agli altri tipi di elasto-taping nella prevenzione/trattamento degli infortuni. Si parla solo di poche prove di qualità a supporto del KT. Ma si chiedono ulteriori indagini

 

Phys Sportsmed. 2012 Nov

A systematic review of the effectiveness of kinesio taping for musculoskeletal injury.

Mostafavifar M1, Wertz J, Borchers J.

 

Prove insufficienti a favore dell’uso del KT per trattare un infortunio

 

Phys Sportsmed. 2014 May;

Effect of kinesiology taping on pain in individuals with musculoskeletal injuries: Systematic review and meta-analysis.

Montalvo AM1, Cara EL, Myer GD.

 

L’uso del KT per ridurre il dolore ha potenziali limitati e non ha dimostrato effetti clinicamente significativi.

 

J Physiother. 2014 Mar;60(1):31-9. doi: 10.1016/j.jphys.2013.12.008. Epub 2014 Apr 24.

Current evidence does not support the use of Kinesio Taping in clinical practice: a systematic review.

Parreira Pdo C1, Costa Lda C1, Hespanhol Junior LC1, Lopes AD1, Costa LO2.

 

Revisione sistematica di studi randomizzati con 495 partecipanti per un totale di 12 studi randomizzati. Valutata l’efficacia del kinesio-taping in casi di dolori alla spalla, alle ginocchia, mal di schiena cronico, dolori al collo. Confronti tra kinesio-taping, finto taping (placebo), nessun trattamento, trattamento con esercizi, terapia manuale e fisioterapia convenzionale. Risultati: il KT non si è rivelato superiore al finto-taping o placebo, o ai trattamenti standard. Dove il kinesio-taping si è rivelato superiore al placebo o ai trattamenti standard, l’esito non era clinicamente significativo oppure gli studi erano di bassa qualità. Le prove attuali sconsigliano questo tipo di intervento nel trattamento dei problemi muscolo-scheletrici.

 

Physiother Theory Pract. 2013 May;29(4):259-70. doi: 10.3109/09593985.2012.731675. Epub 2012 Oct 22.

The clinical effects of Kinesio® Tex taping: A systematic review.

Morris D1, Jones D, Ryan H, Ryan CG.

 

Attualmente esistono prove insufficienti che confermino la superiorità del Kinesio(®) Tex tape  (tipo di KT che imita le caratteristiche della pelle umana e non irritante) rispetto alle altre pratiche cliniche convenzionali. Selezionati 8 studi randomizzati con controllo. Solo uno studio randomizzato-controllato di moderata qualità ha concluso con prove limitate che il Kinesio(®) Tex tape in abbinamento alla fisioterapia dava un aiuto clinicamente riconosciuto sulla fascite plantare (prima causa del dolore al piede-J Back Musculoskelet Rehabil. 2014) solo relativamente al dolore e a breve termine. Alla stessa conclusione era giunta la revisione sistematica di studi controllati pubblicata nel 2010 dalla rivista J Am Podiatr Med Assoc. 

La revisione pubblicata nel 2014 sulla rivista J Back Musculoskelet Rehabil. Ha selezionato 8 studi, di cui solo 2 giudicata di alta qualità. Gli studi hanno preso in esame diverse tecniche di taping. L’unica che ha dato un risultato superiore al placebo nel trattamento del dolore della fascite plantare è stata la low dye taping , ma rivelatasi efficace solo sul breve periodo.

 

J Am Podiatr Med Assoc. 2010 Jan-Feb;100(1):41-51.

Efficacy of taping for the treatment of plantar fasciosis: a systematic review of controlled trials.

van de Water AT1, Speksnijder CM.

 

La revisione di studi ha mostrato prove molto limitate riguardo agli effetti lenitivi (e non terapeutici) sul dolore a breve termine in casi di fascite plantare

 

G.Dobrilla, ILLUSIONI, AFRODISIACI E CURE MIRACOLOSE-Il Pensiero Scientifico editore- 2014